Lagotto romagnolo

Foto di cani, foto di cuccioliIl lagotto romagnolo è una razza italiana riconosciuta ufficialmente solo nel 1991. Le origini più antiche di questo cane secondo alcuni sono da rintracciare in cani d'acqua presenti soprattutto nell'attuale zona veneta secoli fa, secondo altri dall'evoluzione del barbet, cane francese d'acqua molto similare alla razza italiana; la storia ufficiale del lagotto vuole che dal milleseicento la razza fosse utilizzata, prima come cane d'acqua appunto, poi anche allo scopo di scovare il tartufo nelle zone delle valli di Comacchio ed in genere nella bassa romagnola.

Il lagotto romagnolo è un cane di taglia medio piccola, aspetto rustico, alto preferibilmente dai 41 ai 48 cm al garrese, peso oscillante tra gli 11 e 16 kg., pelo lanoso, semi-ruvido, a formare dei ricci molto fitti, nonchè a formare la barba, i baffi del cane, il colore del mantello può essere marrone unicolore, bianco , bianco sporco, bianco con macchie marroni o arancio, roano marrone. Il suo pelo richiede la tosatura.

Il lagotto romagnolo è lo specialista della ricercaal tartufo, attività nella quale, a tutt'oggi, sono utilizzati con successo anche meticci e maiali; per questo il lagotto va addestrato adeguatamente con precisi metodi, curando che il cane, individuato il tartufo lasci l'estrazione del tubero all'uomo per evitare che possa essere rovinato da un'eventuale morso.

Foto di cani, foto di cuccioliIl lagotto è cane intelligente, dal carattere equilibrato ed affidabile, pronto all'addestramento e sta riscuotendo un buon successo anche come cane da compagnia per via di un carattere e di un aspetto accattivante.

Utilizzato anche sporadicamente come cane da guardia, il lagotto è frutto del lavoro di tenaci e seri allevatori italiani che hanno inteso mantenere la purezza di questa razza, preservandola dagli incroci volti ad ottenere cani sempre più abili nella ricerca del tartufo ma che avrebbero potuto condurre alla scomparsa della razza per come oggi la conosciamo. Il lavoro svolto negli allevamenti italiani ha permesso al lagotto, mantenendo inalterato il buon fiuto che lo contraddistingue, di perde quelle caratteristiche da cane da caccia che avrebbero potuto costituire fattori di distrazione nella ricerca al prezioso tubero; ricerca che invece necessita di grande concentrazione da parte del cane.

L'addestramento non va iniziato da cuccioli ma diciamo che generalmente il lagotto può esser pronto per la sua attività di ricerca tra i due anni (per le femmine più precoci) ed i tre anni di età.

Foto di cani, foto di cuccioli
Foto di cani, foto di cuccioli

Allevamenti di lagotto romagnolo

Sei un allevatore di questa razza? Se vuoi essere segnalato su questa pagina, iscriviti nelle nostre pagine gialle.

Scrivi il tuo commento

Prodotti in vetrina