Scuola di Formazione Cinofila "Amici del metodo gentile" di Franco Pinna

"via della passione cinofila"
09126 cagliari (CA)
Telefono: 3922988444


Scuola di formazione cinofila:

Gli animali d’affezione assumono, sempre più, un ruolo rilevante sia dal punto di vista numerico che di importanza sociale. Il numero dei cani iscritti all’anagrafe canino della provincia di Cagliari ha raggiunto le 44.000 unità; a questa impennata imprevedibile non è corrisposta un adeguata crescita di cultura cinofila!
Infatti la scarsa conoscenza della
specificità mette spesso l’uomo in condizione di non poter garantire una
qualità di vita adeguata al proprio cane, creando non pochi problemi di gestione quotidiana, anche a livello di incolumità per se e per il prossimo. Siamo sempre più spesso spettatori di episodi cruenti e nefasti che vedono partecipi i nostri cani, che alcune volte presi da “raptus di inaudita violenza sbranano bambini o altri
esseri come fossero crocchette, o altri cani che presi da una smania di inesauribile indipendenza scappano
dal controllo, attraversano strade e causano incidenti, o cani nei condomini che con il loro continuo latrare disturbano la quiete“. (Nella relazione fra uomo e cane qualcosa non và!) L’origine del cane domestico doveva migliorare la qualità dell’essere umano, non creare problemi che minassero anche la convivenza con gli altri esseri umani, arrivando a discriminare i cittadini possessori di cani considerandoli di serie B o peggio degli squilibrati che si circondano di belve sanguinarie.
Fino a qualche decennio fa i cani vivevano prevalentemente in giardino, ora sempre più a stretto contatto con
l’uomo, dividono con lui la casa, il divano ed il letto; la dove la convivenza diventa più stretta l’impegno di conoscerli a fondo, per migliorarel’interazione ,
diventa sempre più una necessità!
Da qui la volontà di creare una scuola di formazione cinofila capace di garantire un punto di riferimento al fine di soddisfare pienamente questa necessità., che abbia come obbiettivo lo studio della relazione uomo/cane e
la promozione e diffusione di una cultura cinofila, insegnando a chi possiede un cane un linguaggio comune
che permetta una facile interazione, e contribuisca altresì a creare un processo di integrazione del cane nella
società. (come in realtà locali non lontane dalla ns, dove il cane può liberamente aver accesso a gran parte
dei luoghi pubblici e vari servizi)
Il cittadino che ha il cane non deve essere discriminato, ma è anche vero che dovrebbe essere egli stesso a
dimostrare alla società che la convivenza con il suo beniamino non arrecherà danno o fastidio ad alcuno,
dimostrando attraverso la propria condotta civile di rispetto vs il prossimo, di essere in grado di controllare in
maniera eccellente il proprio cane che si dimostrerà sempre adeguato alle circostanze nelle quali si troverà
partecipe.
Una buona cultura cinofila mette in condizione l’individuo che possiede un cane di dare completa
soddisfazione qualitativa alle necessità del proprio beniamino, mettendosi in condizioni di beneficiare delle
innumerevoli qualità del più fedele amico dell’uomo.

"il vero cinofilo è colui che ama il cane come essere specifico, riconosce la sua diversità, sa che comunica diversamente da sé e studia ed impara il suo linguaggio, per meglio comunicare ed interagire con lui.

Il vero cinofilo impara a conoscere quali sono i bisogni specifici del proprio cane e si impegna quotidianamente a dare loro soddisfazione; sa cosa gli fa bene e cosa no, sa come farlo interagire con i suoi simili e con gli uomini, come farlo giocare, come nutrirlo; insomma come garantire il suo benessere! "

Franco Pinna
educatore e consulente cinofilo

 

Prodotti in vetrina