Ricerca annunci in bacheca

Trovati 2 annunci

(TS) - La piccola luna

Luna una mini meticcia di soli 8 kg. 2 anni di età tutta nera .... dolcissima con i suoi simili di entrambi i sessi , ama i bambini per lei però si è presentato un serio problema il suo ultimo padroncino è allergico al pelo e purtroppo non può più tenerla , i suoi proprietari non vogliono aspettare tanto e difatti preferiscono darla ad un clochard..... cerca adozione del cuore urgente o stallo casalingo gratuito , luna è vaccinata microchippata e sterilizzata e può raggiungere tutto il centro e il nord italia si affida previo controllo pre affido

(TS) - SPETTACOLO AL TEATRO SAN GIOVANNI DI TRIESTE PRO ANIMALI

L’Associazione Animalisti Italiani Onlus Sede di Fabriano presenta lo spettacolo Teatrale RABBIT! - La mossa del coniglio. Teatro San Giovanni a Trieste nei giorni 12 e 13 maggio alle ore 20:30. Uno spettacolo proposto, con la sua prima in Fabriano (AN), per sostenere l’attività dell’associazione che si occupa di animali in difficoltà. Scrive il Regista Giovanni Boni: Se è estremamente stimolante lavorare per portare in scena i grandi romanzi è altresì arduo riuscire a condensare in un testo teatrale tanta complessità di significati. Leggendo il copione di Lorenzo ispirato a “Oblomov” ho fortemente apprezzato il fatto che non abbia voluto fare una riduzione teatrale del capolavoro di Ivàn Goncarov e che lo abbia invece interpretato con estrema libertà e coraggio. Allegrini costruisce un testo scarno e a tinte forti, a tratti molto divertente e ricco di colpi di scena, per sottolineare gli aspetti più legati alla contemporaneità. Il suo non è più il dramma ottocentesco dell’asociale che vive in un sogno, perché “Rabbit” non ha più un sogno. Il suo è un tentativo fallito di ritirarsi dalla vita reale per chiudersi in una dimensione infantile, egocentrica, quasi onanistica. Nella sua camera da letto, dalla quale non vuole più uscire, è circondato da una schiera di animali domestici di cui Lui è il duce-padrone. Diventa incapace di stabilire qualsiasi relazione interpersonale se non attraverso interposta finzione (peluches, bambole, manichini...). Unica eccezione è il rapporto con la sua vittima (o carnefice?), il maggiordomo Orazio, a cui costantemente ordina di assecondare e preparare i suoi incontri fittizi. Durante le visite degli ospiti, che seppur finti sono tuttavia compromettenti, il padrone può interrogare l’invitato su qualsiasi argomento e deciderne le risposte in un soliloquio senza fine, mentre il maggiordomo lo spia quasi a voler documentare i suoi vizi segreti, suscitando il sospetto che stia tramando qualcosa contro di lui. Potremmo dire che Rabbit vive in un reality di cui è sia l’autore che l’in

Trovati 2 annunci

Prodotti in vetrina